• smaltimentisud@alice.it

  • Chiamaci:(+39) 0865-290645

  • Orario:Lun-Ven: 09.00-13.00 -- 14.30-18.00/ Sab: 09:00-12:00

Impianti

Parco mezzi

Smaltimenti Sud è iscritta all’Albo dei Gestori Ambientali per le attività di raccolta e trasporto dei rifiuti. Per il servizio dispone di un parco mezzi all’avanguardia in grado di fornire una risposta concreta, in termini di sicurezza e affidabilità, alle esigenze di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani differenziati e non:
  • autocompattatori;
  • minicompattatori;
  • costipatori;
  • automezzi con vasca;
  • autocarri;
  • cassonati;
  • multilift;
  • automezzi con cassoni ribaltabili;

Compostaggio e Biostabilizzazione

L’impianto ha lo scopo di produrre compost di qualità e F.O.S. (Frazione Organica Stabilizzata). Si avvale di un sistema impiantistico del tipo a “cumulo continuo aerato”, caratterizzato dalla presenza di uno specifico sistema di insufflazione/aspirazione dell’aria per il corretto svolgimento dei fenomeni biossidativi.

L’impianto è realizzato con un sistema di biotunnel indipendenti tra di loro, in grado di trattare separatamente diversi flussi di rifiuti, ed il suo dimensionamento è stato effettuato non solo in base ai dati contenuti nel Piano provinciale di Gestione dei rifiuti ma anche in considerazione delle quantità di rifiuti speciali delle industrie agroalimentari della zona.

Polo di Selezione

Il polo di selezione dei RU non differenziati di Tufo Colonoco rappresenta il primo fondamentale passo verso l’attuazione dei più moderni principi di gestione dei rifiuti. L’impianto risponde pienamente alle esigenze dal Piano Provinciale di gestione dei rifiuti che prevede il trattamento dei rifiuti attraverso i processi di riduzione volumetrica, il recupero energetico, la produzione di compost e minimizzazione dello smaltimento in discarica.

Esso è stato concepito per poter trattare materiali provenienti dai normali cicli di raccolta dei rifiuti e quelli provenienti da cicli di raccolta differenziata. È dimensionato su di un flusso in entrata giornaliero pari a 100 Tonn. al quale corrispondono flussi di materiali in uscita classificati in CDR, frazione secca combustibile, Frazione organica, perdite di processo e sovvalli. Inoltre, è dotato di un selettore ottico “MISTRAL”, un selezionatore a tecnologia NIR, “spettroscopia nel vicino infrarosso”, abbinato ad un rilevatore metalli.

Tale tecnologia permette di riconoscere e selezionare le plastiche più ricorrenti (es. PET e PE) e di eliminare elementi ferrosi e non presenti nel flusso. La macchina favorisce l’espulsione controllata degli oggetti rilevati mediante un sistema sincronizzato di alta precisione che, al millisecondo, estrae le plastiche verso l’alto e i metalli verso il basso, passando in negativo materiali impuri come carta e cartone.

Cogeneratore per recupero energetico

Presso il sito di discarica, l'azienda ha realizzato un impianto di cogenerazione che, captando il gas prodotto dai rifiuti, lo utilizza per l'alimentazione di un motore a combustione interna che produce energia elettrica conferita alla rete Enel. La potenza elettrica nominale del motore è pari a 625 kw che per un periodo di funzionamento di 7500 ore dà una produzione stimata di energuia pari a 4700 MW annui.

Oltre alla produzione di energia elettrica, Samltimenti Sud produce anche combustibile da rifiuti (CDR) che inviato in impianti di temovalorizzazione sviluppa circa 1MWh di energia per ogni tonnellata di combustibile lavorato.

Fotovoltaico

Nell'ambito delle energie rinnovabili, la Smaltimenti Sud ha progettato e realizzato un impianto fotovoltaico perfettamente integrato con l'ambiente cvircostante. Edificato in località Trascinere.

La realizzazione dell'impianto apporta benefici di tipo energetico, ambienbtale e socio-economico quali:

  • miglioramento ambientale di tutta l'area sogetta all'intervento;
  • contenimento della spesa energetica e quindi dei costi di esercizio della struttura;
  • sviluppo del settore degli istallatori e manutentori locali;
  • riduzione dell'inquinamento atmosferico (riduzione di CO2 pari a 1090 Kg/anno).
Inoltre, sul capannone che ospita il polo di selezione è stato realizzato un impianto fotovoltaico per la produzione di energia convertita direttamente in corrente elettrica alternat, in parte consumata direttamente e in parte immessa nella rete Enel.

Impianti di Selezione Pozzilli

L’impianto di valorizzazione della raccolta differenziata seleziona i rifiuti costituiti da imballaggi in materiale e monomateriale provenienti dalla raccolta, per produrre rifiuti omogenei e materie prime destinate ai consorzi per il loro corretto riciclo anche attraverso l’utilizzo del selettore ottico.

Le tipologie dei rifiuti selezionati sono: Carta e cartone, Poliaccopiati, Polietilentereftalato (PET), Polietilene (PE), legno, Metalli ferrosi e non.

L’Impianto è tecnologicamente avanzato e si avvale di un separatore ottico a due vie che permette il rilevamento di oggetti secondo la natura del materiale attraverso un programma di gestione informatica che seleziona separatamente o simultaneamente diversi materiali.

La selezione ottica è una gestione ottimizzata delle tecnologie di rilevamento senza contatto e con espulsione automatizzata dei prodotti.

Il riconoscimento degli oggetti avviene in tempi rapidissimi (millesimi di secondo) attraverso una scansione all’infrarosso che è confrontata con ampio database di spettri, successivamente, attraverso l’ausilio di aria compressa, viene “sparata” aria sull’oggetto che, in funzione della matrice, sarà diviso dal resto del gruppo.